Oggi, la commissione giustizia del Senato ha approvato il testo licenziato dalla Camera a fine settembre, senza modificarne il contenuto.
Il testo tra le altre cose, dice che il regolamento condominiale non potrà "vietare di possedere o detenere animali domestici".
Finiscono così le discriminazioni per chi detiene un cane o un gatto in casa, vittima spesso di ricatti morali al minimo problema che l'amico a quattro zampe dava al condominio.
Speriamo che questo sia un primo passo verso il cambiamento di molti divieti che troviamo in città, che ci costringono a limitare la libertà del nostro cane.

Daniele Mosciatti

Contenuti recenti

Superato il BH Schnauzer.
Superato il BH Schnauzer.

Partecipiamo con orgoglio alla prova di equilibrio caratteriale organizzata dallo Schnauzer Club Italia...